Società Nazionale di Salvamento – Mestre

DAE – Defibrillatore Semiautomatico Esterno

Partecipare positivamente ad un corso BLSD-PBLSD è importante, anzi vitale!

Innanzitutto una premessa:

  • DAE vuol dire: Defibrillatore Semi-Automatico Esterno (AED in inglese);
  • BLSD significa: Supporto di Base Vitale (alla Vita) con Defibrillatore (dall’anglosassone Basic Life Support with Defibrillator);
  • PBLSD è un acronimo. Si riferisce al BLSD pediatrico (anche in inglese Pediatric BLSD).

Perché acquisire le conoscenze offerte dai corsi BLSD e PBLSD può essere di importanza vitale?

L’arresto cardiaco in Italia è una delle principali cause di morte. Ogni anno si verificano oltre 70.000 arresti cardiaci improvvisi. E questa cifra si riferisce solo all’Italia.

Bastano quattro minuti dopo l’arresto cardiaco! Senza alcun intervento, purtroppo, inizia il danno cerebrale. Dopo 10 minuti esso diventa praticamente irreversibile.

Per questo è importante che ogni persona sia addestrata, oltre che ad attivare il sistema di emergenza (118/112), ad iniziare la semplice manovra della Rianimazione Cardio-Polmonare (RCP). È stato calcolato che l’RCP può allungare di otto minuti il tempo di sopravvivenza dell’infortunato. Ovvero allontanare l’irreparabile danno cerebrale.

Dagli anni 1960-70 sono in atto programmi standardizzati. Sono programmi comuni ai paesi avanzati. Essi mirano anche all’addestramento di operatori non professionali. Questi programmi formano quindi i cosiddetti “laici” alla RCP. Si tratta di figure divenute indispensabili a seguito dell’introduzione dei DAE. I Defibrillatori semi-Automatici Esterni sono infatti in grado di ripristinare il regolare ritmo cardiaco. Questo nella maggior parte dei casi. Per l’esattezza nei casi di fibrillazione ventricolare. Una aritmia fatale che per il 75-80% dei casi è la responsabile dell’arresto improvviso.

“DAE dove” – L’App

Si ribadisce quindi, quanto sia importante non trovarsi inermi in eventi di arresto cardiaco improvviso. Questo significa saper praticare l’RCP. Ovviamente meglio se coniugata all’utilizzo del DAE. Proprio perché saper praticare la manovra di rianimazione cardiopolmonare (RCP), sommata all’utilizzo del DAE può salvare una vita. Ma dove reperire un DAE in poco tempo? In particolare considerando che le probabilità di successo sono di pochi minuti? Ecco che in nostro aiuto arriva l’inseparabile smartphone.

Installando una App gratuita “DAEdove”. Attivata questa App, potremo verificare subito dove è posizionato il più vicino DAE. Inoltre essa ci indicherà il percorso da seguire per raggiungerlo. Questo è molto importante se ci si trova in zone a noi poco conosciute. Il posizionamento dei DAE è auto-implementabile. Con questo intendiamo che è lasciato alla buona volontà del soccorritore occasionale scoprire e censire tutti i DAE nella propria zona d’azione. Noi di Salvamento Mestre abbiamo già censito i Dae di Mestre… ma se ce ne fossero altri… dateci una mano!

Come è fatto il Defibrillatore semi-Automatico Esterno

L’AED o DAE è costruito con un software uguale a quello dei defibrillatori cardiaci impiantabili (ICD). Gli ICD da anni si utilizzano con successo nei pazienti soggetti a Fibrillazione Ventricolare. Diverso è invece il Pacemaker (significa Segnapasso). Questo ha infatti lo scopo di gestire altri tipi di ritmi cardiaci alterati.

Il DAE è in grado di effettuare diagnosi di fibrillazione ventricolare praticamente senza possibilità di errori. La verifica del corretto utilizzo negli ultimi anni ha infatti fornito i seguenti risultati:

  • SPECIFICITÀ 99.9 % – La capacità di riconoscere una Fibrillazione Ventricolare è risultata prossima al 100%.
  • SENSIBILITÀ 98 % – È trascorso troppo tempo tra la comparsa della fibrillazione ventricolare e l’utilizzo della macchina? Le onde di fibrillazione si attenuano quindi l’AED non percepisce più la F.V. Interpreta infatti lo stato come asistolia non erogando lo shock. Purtroppo in tutti i casi il paziente non sarebbe recuperabile.
  • SICUREZZA assoluta – L’AED è stato concepito per offrire una sicurezza assoluta sia per il paziente che per l’operatore.

Defibrillatore semi-Automatico Esterno – Estrema facilità d’uso

I DAE ha una estrema facilità d’uso. Ne è testimonianza un esperimento condotto da ricercatori di Seattle (USA). In questo esperimento è stato selezionato un gruppo di bambini di circa dodici anni. Ad uno alla volta, è stato fornito loro un defibrillatore semiautomatico. Da notare che a nessuno era stato preventivamente spiegato l’utilizzo. In una stanza vicina è stato simulato un incidente cardiaco. I ragazzi hanno capito immediatamente come doverlo usare. Hanno erogato una scarica (simulata) in una media di 90 secondi! Sottoposti successivamente ad un regolare corso, sono stati in grado di defibrillare in un tempo inferiore a quello impiegato da personale sanitario professionale.

Non sono necessari altri commenti sulla sicurezza e facilità d’uso dei defibrillatori semiautomatici esterni. Adesso spetta a te decidere se imparare per te, imparare per gli altri, imparare a soccorrere.

In sintesi sull’utilizzo del Defibrillattore

Non formiamo solo bagnini di salvataggio! Organizziamo corsi anche per “chi non sa nuotare”. Per chi ma che ha voglia di imparare qualcosa di più. In particolar modo se dovesse succedere un imprevisto. Riepilogando ecco i corsi che offriamo:

  • Lezioni gratuite di due ore, organizzate in gruppo, sulla Disostruzione Pediatrica e sulla prevenzione all’annegamento infantile (ideale gruppi di genitori, asili-nido, scuole, club).
  • Corso di operatore BLSD – PBLSD (adulto/bambino/lattante). Sono corsi della durata di circa 5 ore. Inoltre sono accreditati presso il CREU/118 dalla Regione Veneto.
  • Corso operatore per Somministrazione Ossigeno in Emergenza (Oxygen Provider). Corso della durata di 4 ore. Tratta quali soluzioni possibili di erogazione: sistemi a domanda (erogatori), sistemi a offerta (cannule nasali, mascherine semplici e con serbatorio) e sistemi a pressione positiva (pocket mask, pallone autoespandibile Ambu).
  • Corso di Primo Soccorso Aziendale. La prevenzione degli incidenti sul lavoro è di vitale importanza. Il  D.M. n. 388, del 15 luglio 2003 ha introdotto una specifica classificazione aziendale per le modalità di organizzazione del primo soccorso. Il corso ha una durata di 12 ore. Esso è condotto da nostri istruttori in collaborazione con personale medico. Ha lo scopo di formare e informare il lavoratore trasferendo importanti conoscenze teorico-pratiche. Il corso viene gestito da apposita struttura commerciale.

Partecipa ai nostri corsi. Seguici su facebook o controlla sul sito Salvamento Agency il calendario. Oppure telefonando al 338.6666031 o scrivendo a: salvamentomestre@gmail.com

Exit mobile version